Aquardens: le terme di Verona raccontate dall’obiettivo degli  IgersVerona

Marketing

Aquardens: le terme di Verona raccontate dall’obiettivo degli IgersVerona

Servizio a cura di: Michele Faustini e Lara Rigo (@igersverona)

 

RQ8A3915Quando si tratta di Verona, non occorre allontanarsi molto dalla città per essere accolti da dolci profili collinari e borghi incastonati tra vigneti e uliveti. Ed è proprio questo il panorama che abbiamo potuto godere dalle vasche esterne di Aquardens, il parco termale di Verona in cui noi Local Manager di Instagramers Verona siamo stati graditi ospiti qualche tempo fa.

Abituati a fare lunghi instameet in campagna o passeggiate goderecce per le vie del centro città, questa volta ci siamo lasciati catturare dalla possibilità di vivere una experience fotografica che non capita tutti i giorni: ammirare la Valpolicella e il Monte Baldo in ammollo nell’acqua termale che arriva dalle viscere di quella stessa terra così ricca.

Aquardens si colloca a mezza via tra la movida della sponda veronese del Lago di Garda e i piaceri turistici della città, una zona per noi ancora inesplorata che abbiamo cercato di cogliere con il nostro obiettivo. Di primo acchito, il pensiero spontaneo è stato: “Ma qui c’è davvero tutto!”. E procedendo nella scoperta della struttura è un’aspettativa che viene subito mantenuta. La vasca interna è grande, capiente, divisa in due piscine da una torretta di roccia al cui interno una pozza d’acqua raccolta permette di rilassarsi con luci al neon soffuse. Una delle due piscine interne offre anche un bar a filo d’acqua, dal cui bancone si è gentilmente serviti.

Quello che ci ha colpito di più, fotograficamente parlando, è stata l’architettura interna, moderna e all’avanguardia dal punto di vista ambientale, studiata sapientemente per disperdere il suono e creare un ambiente originale, ma allo stesso tempo familiare. Linee si intersecano con curve e l’effetto della luce attraverso le grandi vetrate gioca a favore di chi vuole scatti particolari, soprattutto alla luce del tramonto.

Ma il vero pezzo forte di Aquardens è sicuramente l’area esterna: una grande vasca vaporosa, unita a un piccolo arcipelago di piscine da un percorso a fiume, in cui è possibile nuotare, camminare, seguendo la corrente o meno. A unire le due strutture esterne un tronco di cono al cui interno si nascondono le saune. E non parliamo di saune a sproposito, in quanto le tipologie sono due: la Celtica e la Mediterranea. Ognuna con le sue peculiarità per il benessere del corpo e anche degli occhi: le linee di design in legno chiaro rendono infatti ancora più piacevole l’esperienza al suo interno. Sulla cima del cono un enorme belvedere lascia spaziare lo sguardo a 360 gradi sull’architettura delle terme interne, sulle vasche esterne e sui contrafforti del Baldo a cui si appoggiano le colline della Valpolicella.

Divertimenti e stravizi solo per i grandi? Assolutamente no! Aquardens è dotato di un’area bimbi attrezzatissima pensata per il loro divertimento. Due scivoli, una vasca circolare e un piccolo castello su cui immaginare avventure e capriole prima di tuffarsi in acqua.

La nostra experience non è finita qui, perché il piano superiore della struttura ospita le suite per il benessere individuale o di coppia, in cui l’ambiente si fa ancora più intimo e ovattato.
ImmagineSicuramente la nostra preferita è stata l’area design in cui sostare dopo le nuotate, con sedute circolari incastonate nel muro e letti a sabbia riscaldata su cui stendere l’asciugamano e rilassarsi: i giochi di luce e di ombre di questa zona sono stati perfetti per fare scatti più geometrici e giochi cromatici di luce.

Siete curiosi di vedere alcuni dei nostri scatti?

Seguite il profilo di @Aquardens su Instagram perché le foto pubblicate a partire da marzo 2017 sono proprio le nostre, frutto di una collaborazione che è sfociata anche in un challenge lanciato in occasione di Vinitaly 2017 e che aveva come tema il momento di relax in compagnia di un bicchiere di vino.

La foto più meritevole si è aggiudicata due ingressi gratuiti per Aquardens, perché l’#aquardensexperience non la vogliamo certo tenere solo per noi!

 

 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche

Be the first to write a comment.

Your feedback

Partner
Cortona On The Move Iquii acqua village follonica cecina

Pin It on Pinterest

Share This