Fotografare la moda con Instagram: Igers alla Milan Fashion Week

Community

Fotografare la moda con Instagram: Igers alla Milan Fashion Week

Servizio a cura di Valentina Piccini (@mammeaspillo)

Si sta svolgendo in questi giorni a Milano l’amatissima Fashion Week, appuntamento immancabile per tutti gli amanti di moda e tendenze e soprattutto per categorie quali buyer e blogger.Descrivere la Milan Fashion Week in poche parole è difficile, se non impossibile; descriverla tramite immagini resta nell’immaginario collettivo un’operazione riservata a grandi fotografi con grandi macchine fotografiche, decise ad immortalare modelle e modelli che sfilano in passerella. E invece non è affatto così.

Tramite le foto di Ida Galati aka @Lestanzedellamoda, nota fashion blogger romana in trasferta per seguire le sfilate mlanesi ed il mio commento (@mammeaspillo) vogliamo mostrarvi come la moda vera si faccia per strada – ma questo gli appassionati del settore lo sanno già – e soprattutto come i lunghi obiettivi delle macchine fotografiche professionali siano stati superati dal semplice smartphone di uso quotidiano; non a caso Annie Leibowitz sosteneva già un anno fa che per immortalare la moda niente è meglio di un iphone e tutti lo hanno capito, dai fotografi agli stessi stilisti, che come Michael Kors, Burberry, Gucci e molti, moltissimi altri, puntano così tanto sulla mobile photography da utilizzare Instagram come vetrina virtuale di primo valore.

Ma appunto, come usano Instagram i soggetti coinvolti nel mondo delle sfilate? I blogger di solito si vestono nella maniera più stravagante possibile, in modo da attirare l’attenzione dei passanti pronti ad immortalarli con smartphone di ordinanza (e che la custodia sia fashion, per cortesia!). Gli stessi blogger hanno generalmente un “fotografo” al seguito, che scatta loro foto assolutamente “casuali” e le posta nei loro profili social. Instagram è ovviamente il social network prediletto ed è interessante sapere che numerosi blogger, prima ancora di avere un blog, hanno iniziato fotografandosi qui e facendosi notare dai brand.

Difeti nella comunicazione dei blogger tramite Instagram? Beh, non sempre chi sa creare buoni contenuti per il web è in grado di gestire appineo i propri profili social (non parliamo ovviamente di fashion blog come quello di Chiara Ferragni, ormai testimonial della nuova fragranza Armani anche su Instagram), quindi spesso gli hashtag sono non corretti o poco presenti, a volte si postano troppe fotografie nella stessa giornata, generando fastidio nei follower, altre volte il blogger non le condivide nei canali social ma solo nel blog.

Nonostante ciò, nella prima giornata di sfilate, l’hashtag #MFW vede a fine serata oltre 216000 post e l’hashtag #MilanFashionWek oltre 46000. Il problema è che ovviamente, non avendo creato hashtag specifici e settoriali, i post raggruppano anche le foto delle passate edizioni!

Per quando riguarda lo steet style, come vedete dagli scatti rigorosamente mobile de @lestanzedelamoda, la nota dominante è il colore: colore ovunque, colore acceso, colore anche e soprattutto durante una giornata piovosa come quella di ieri, colore persino suo K-Way tascabili dei fotografi che non si fermano davanti a nulla e coprono i loro smartphone con sachetti in lastica trasparente. La vera tendenza vista ieri in strada è quella della gonna, meglio se a ruota e sopra il ginocchio… Chissà se gli stilisti ne faranno tesoro per il prossimo anno! Tanto rosso unito al rosa acceso, tanto viola e ancora pantalone alla caviglia per l’uomo con calzino a contrasto.

Gli stilisti, contemporaneamente impegnati sulle passerelle londinesi e reduci dalla Mercedes Benz Fashion Week di New York, popolano i loro profili Instagram con foto delle nuove collezioni ma anche qui l’evoluzione interessante è l’attenzione sempre maggiore a quello che Instagram può fornire rispetto ad un media tradizionale: gli scatti infatti raramente riguardano la parte “istituzionale” delle sfilate o delle campagne, molto di più ciò che lo spettatore non potrebbe altrimenti vedere, ovvero il backstage. Oltre a ciò, le case di moda riescono ad ottenere indirettamente pubblicità tramite i profili Instagram di alcune modelle particolarmente attive nel canale. Basti pensare a Miranda Kerr o, caso ancora più emblematico, a Cara Delevigne, che da due anni documenta li backstage delle sfilate londinesi e in particolare modo di Burberry e che ha fatto conoscere a febbraio dell’anno scorso il termine selfie a tutti i fashion blogger e gli appassionati di moda, grazie ad autoscatti “ironici” con le varie celebrities ospiti del brand.

Insomma, è inutile aggiungere che oggi Instagram e la moda sono sempre più che connessi e che questa connessione parte dal basso (blogger, appassionati) ma è stata prontamente recepita dall’alto (importanti case di moda e loro ambassador), tant’è che non c’è maison che non ricompensi i propri contributor traite mention.

Noi ci divertiamo a seguire per voi la Fashion Week con occhio puntato sui trend della mobile photography (a proposito, sapevate che il filtro preferito da fashion blogger e modelle è Hefe?) e lanciamo oggi l’hashtag #igersallamfw, grazie a cui anche voi potrete contribuire al nostro osservatorio su Instagram e moda.

Per approfondire l’argomento vi consigliamo:

 

Potrebbe interessarti anche

Feedback

  Comments: 1

Your feedback

Partner
Cortona On The Move Iquii acqua village follonica cecina

Pin It on Pinterest

Share This