Questo breve post vuole dare agli addetti ai lavori e agli appassionati una prima infarinatura sull’uso di Instagram con finalità di marketing e comunicazione .

Se sei:

– un addetto ai lavori nel Marketing e nella Comunicazione di una azienda, non importa se grande, piccola o una start-up.
– un account o un social media manager e lavori in una agenzia di comunicazione.
– se ti interessi di social network.

allora sei capitato nel posto giusto!

Prima di tutto dobbiamo considerare che Instagram è il quarto social network al mondo per i numeri (Facebook, Twitter, Pinterest) ma è il primo social network che ad oggi opera solo su telefonini. Infatti se non lo sai, Instagram è disponibile sotto forma di applicazione (gratuita) per  dispositivi iOS (iPhone, iPod touch e iPad) e dal 3 aprile 2012 e Android (versione 2.2). Esistono anche dei visualizzatori, ma di questo parleremo nei prossimi post.

Instagram inoltre viene considerata una applicazione fotografica. Questo è vero ma fino ad un certo punto! Infatti il plus di Instagram sta nel fatto che rende possibile apprezzare, commentare, menzionare e “taggare” le foto. Anche per questo Instagram viene considerato il twitter delle immagini. Inoltre le opportunità di condivisione su altri social network sono molte: Facebook, Twitter, Flickr, Posterous, Foursquare e Tumblr ma in realtà la vera forza sta proprio nei suoi utenti che non sempre apprezzano condividere la propria attività su altri social network.

E’ importantisissimo considerare Instagram come un social network fatto di appassionati che apprezzano le immagini e amano modificare, ritoccare e comporre i propri scatti e soprattutto amano condividerli spendendo tempo nel commentare le foto altrui a interagendo con gli altri membri della community.

Da queste prime righe dunque è evidente che Instagram è un medium con peculiarità precise che devono essere attentamente ponderate da parte di quelle agenzie o aziende che decidono di utilizzarlo per il business.

Ho volutamente lasciato per ultima, una grande caratteristica esclusiva di Instagram, una community molto forte e coesa che si chiama Instagramers.

Nel prossimo post ci concentreremo sul ruolo della community e della sua attività di moderatrice fra i brand e gli utenti, seguendo un preciso codice etico.

Alla prossima!

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti

  Commenti: 6


  1. Purtroppo nella versione per Android hanno eliminato la possibilità di condividere i propri scatti anche su Flickr e Posterous


  2. Spero facciate anche due post molto dettagliati su:

    1 – si utilizza il mezzo come si vuole ma utilizzarlo da pirla merita una medaglia al valore.
    Ovvero come “non” si utilizzano gli hashtag. Perché 3/4 degli utenti che postano le foto non utilizzano i tag per come andrebbero utilizzati ma solo per “mostrarsi” ripetendo allo sfinimento gli stessi. Oppure facendoci apposta nell’inserire certi hashtags in foto dove non centrano nulla. Basta controllare i trend e certi utilizzatori.

    2 – postare le foto con il primo commento pieno di hashtags in condivisione anche su altri social network, porta solo rumore negli altri social network.

    3 – si utilizza il mezzo come si vuole ma utilizzarlo da pirla merita una medaglia al valore (e due).
    Ovvero vedere igers postare foto fatte da reflex o altre fotocamere è quanto di più sbagliato ci possa essere su un social nato espressamente per il mobile.
    Il book o il portfolio si possono mostrare in altri modi e con altri mezzi.

    – PS: Volevo farvi i complimenti per il bel progetto che state portando avanti.
    Bravi.

    😉 ciao
    MAX


  3. ciao Max, grazie per i complimenti. L’argomento è abbastanza complesso e per quanto possibile cerchiamo di fare formazione ogni volta che possiamo. Questo comunque è il primo di una serie di post dedicati quindi sicuramente tratteremo anche questi temi!
    a presto!


  4. C’è qualche speranza che queste lezioni a puntate abbiano un seguito? Mi avete lasciato con l’acquolina in bocca! 🙂

Dicci cosa ne pensi

Partner
Cortona On The Move Iquii acqua village follonica cecina

Pin It on Pinterest

Share This