Siediti nonna, che ciò da spiegatti Instagram

News

Siediti nonna, che ciò da spiegatti Instagram

selfie di @robertinae

@robertinae

Se doveste spiegare Instagram a vostra nonna, da dove comincereste? Dal telefono? Dalla macchina fotografica? Dagli autoritratti di un tempo?

Un paio di giorni fa su Il Tirreno, testata toscana a tiratura regionale, l’esperimento è stato condotto da una Instagramer, livornese DOC: la @robertinae.

Ecco com’è andata:

“Siediti nonna che ciò da spiegatti Instagram. Allora, ciài presente le macchinette fotografiche d’una vòrta? Ecco, lasciale sta’ lì. Adesso è tutto più veloce e più piccolo, nonna! Infatti si fa tutto col cellulare. Sì, quel Coso con cui ci fermi la porta che t’ha comprato mamma.
Instagram è un quadratino colorato (o applicazione) che sta sui telefonini di ultima generazione; è aggratìsse e infatti milioni di persone condividono ogni giorno le loro foto pubblicandole senza pietà. Scatta oggi e scatta domani, gli utenti Instagram sono diventati una cea, nonna! Appassionati dell’ultima ora e dell’ultimo banco (cioè quelli che ‘un hanno occhio per la fotografia nemmen se rinascono) ma anche vip (cheppalle!) e fotografi importanti (ad esempio quelli del National Geographic) postano foto dei loro pranzi, dei loro muscoli o di instancabili paesaggi visitati in luoghi lontani.
Con un account Instagram, cara nonna, puoi seguire (ed esserefollower) di quella che ti racconta di torte in tv, vedere le sue ricette (che noia) e commentarle perché tanto sa assai lei della pasta&ceci che mi fai te.
O ancora: con un account Instagram puoi avere dei seguaci (following) a cui mostrare la collezione di  statuette di Padre Pio che ciài in soggiorno! Poi, per quanto riguarda gli hashtag, nonna, sai già tutto no? Dai, te l’ho spiegato l’altro giorno: è il cancelletto (#) ed è bono quando devi cerca’ qualcosa che ti interessa ad esempio #BEAUTIFUL!
Certo che ce l’ho anch’io Istagram!
Come…?  No nonna, non ti posso cerca’ il #TELECOMANDO e nemmeno mi pòi trova’ #MARITO con l’hashtag. Sei ganza dé”.

Pezzo tratto da Il Tirreno del 10/4/2014

Il dé nel deserto. (c) Il Tirreno, 10/04/2014.

Il dé nel deserto.
(c) Il Tirreno, 10/04/2014.

Roberta Bancale è una delle local manager di IgersLivorno. Insegnante di sostegno nella scuola primaria, collabora al Tirreno da alcuni mesi per «esportare la livornesità». Nella sua rubrica intitolata “Il dé nel deserto” (“dé” è esclamazione tipica livornese, appunto) parla di usi e costumi, di modi di fare della città di Livorno, ma anche di qualsiasi cosa accada nel mondo sempre vista e narrata alla luce dell’irriverenza labronica. 

 

Potrebbe interessarti anche

Feedback

  Comments: 2

Your feedback

Partner
Cortona On The Move Iquii acqua village follonica cecina

Pin It on Pinterest

Share This