Mobile Photography

Geotag & GeotagMyPic: app per iOS e Android

geotagIOS-000In un precedente articolo abbiamo analizzato i principali problemi che possiamo incontrare nella geolocalizzazione di una foto. Oggi vogliamo spiegarvi come risolvere la situazione osservando come lavorano due app: GeotagMyPic per iOS e Geotag per Android.

GeotagMyPic per iOS

(download GeotagMyPic per iOS)

Ho testato per diversi mesi questa applicazione con grande soddisfazione: semplice da usare, veloce e soprattutto gratuita per le funzioni essenziali.
Una volta aperta, la app indica subito quali sono i tre step da affrontare per georeferenziare la propria foto: 1. Add 2. Geotag 3. Save and share.
Andiamo con ordine: per affrontare il primo step è sufficiente un tap sul pulsante “choose photos”. A questo punto occorre selezionare dal rullino o da uno degli album la foto da geolocalizzare. Cliccando su “ok” compare una mappa con un simbolo di geotag: indica la posizione che la fotografia contiene nei metadati, oppure, se la foto non contiene nessun dato, mostrerà la posizione in cui ci si trova fisicamente in quel momento.
A questo punto si può inserire manualmente, nel campo in alto, la città dove è stata scattata la fotografia per poi “affinare” la posizione spostando manualmente il geotag grazie al drag and drop con cui andare con precisione in qualsiasi punto della mappa. Se si desidera che in un tap sia memorizzata la posizione in cui ci si trova in quel momento, è sufficiente cliccare il pulsante con il simbolo di mirino in alto a destra.
A questo punto il pulsante “save” si attiverà cambiando colore e, cliccandolo, una copia della foto sarà salvata sul rullino. È possibile, infine, condividere direttamente dalla app la foto su Instagram, Facebook e Twitter.


Nella sua versione a pagamento le foto possono anche essere salvate in alta definizione e si possono geolocalizzare più foto contemporaneamente, invece di una alla volta, mantenendo una copia della foto georeferenziata nella libreria della app. Questa versione si può provare anche solo per un giorno pagando con un tweet.

Tutto il procedimento è spiegato in un minuto anche in questo video:

Geotag per Android

(download Geotag per Android)

Il procedimento della app per Android è molto simile alla app per iOs. Purtroppo al momento non ha la stessa stabilità (ogni tanto va in crash), ma ci permette di aggiungere abbastanza facilmente i nostri geotag.

Un utilizzo interessante di queste app, oltre che aggiungere o modificare un geotag a una foto, può anche essere quello di andare a riscoprire l’esatta location di uno scatto raccolto in una città che non conosciamo molto bene. Per alcune delle foto condivise come #latergram dopo un recente viaggio a Palermo organizzato con Instagram ho fatto proprio così: aperto la fotografia con la app per controllare il nome esatto della via o della piazza prima di condividerla sul mio profilo.

 

Condividi:
Potrebbe interessarti anche

Scrivi per primo un commento.

Dicci cosa ne pensi

Partner
...