24HourProject - documenting Humanity to make a difference

Locali

24HourProject – Documenting humanity to make a difference

Servizio a cura di @Pedro_cn@IgersNapoli

 

Nel 2012 Renzo Grande e Sam Smotherman ebbero la brillante idea di creare un progetto fotografico personale con il quale documentare due città diverse per un giorno intero. Le città in questione erano New York e Los Angeles ma ci volle ben poco affinché questo allora piccolo progetto si diffondesse ad altre persone. Nello stesso anno infatti si unirono i primi 65 fotografi in 24 diverse città del mondo.

Da allora 24HourProject si è allargato a macchia d’olio e alla scorsa edizione, quella del 2017, hanno preso parte 3940 fotografi di 840 città di ben 112 paesi!

Che cosa è

24HourProject è un progetto internazionale di street e documentary photography che riunisce fotografi emergenti, fotoreporter e storytellers dal tutto il mondo che condividono liberamente immagini in tempo reale, con la finalità di documentare l’umanità nell’arco di ventiquattro ore.

E’ aperto a chiunque disponga di un dispositivo digitale o analogico capace di produrre fotografie da condividere immediatamente Instagram.

In questo mondo è possibile ottenere uno storytelling globale che racconta la vita delle persone in tutto il mondo attraverso gli occhi e il modo di fotografare di migliaia di fotografi.

Edizione 2018

Nelle due passate edizioni 24HourProject ha collaborato con le due ONG She Has Hope e Lesvos Solidarity trattando temi come il traffico di esseri umani e migranti.

La prossima edizione 24HourProject si svolgerà dalle 00:01 alle 23:59 di sabato 7 aprile con un tema aggiuntivo: oltre a documentare la vita degli abitanti del nostro pianeta, si porrà un’attenzione particolare alle condizioni delle donne e alle loro storie. A tal proposito quest’anno il progetto sosterrà  Shakti Vahini, un’organizzazione non governativa indiana che aiuta, educa e si impegna per difendere i diritti umani delle donne.

Il 7 aprile Renzo Grande e Smita Sharma, una rinomata fotogiornalista, saranno proprio in India per condurre un workshop di fotografia alle donne di un piccolo villaggio. Le partecipanti riceveranno delle macchine fotografiche per documentare il loro 24HourProject condividendo le loro storie.

Libro Fotografico di 24HourProject

L’edizione di quest’anno ci regala un’ulteriore novità, in questi giorni è partita la campagna di crowdfounding su Kickstarter per la realizzazione di un libro fotografico che racchiude gli scatti più significativi dal 2012 al 2017, e, molto probabilmente, saranno inclusi anche quelli del prossimo 7 aprile. Tutti i fondi raccolti, saranno ovviamente destinati a scopi benefici e umanitari. Al netto delle spese di stampa il ricavato sarà utilizzato per sostenere i sopravvissuti dei traffici umani in Nepal, Uganda, Filippine e ai rifugiati del Medio Oriente. Un’altra parte sarà destinata ad un campo profughi a Lesvos, in Grecia.

Ecco come Instagram e una community mondiale possono fare la differenza.

Come si fa a partecipare a 24HourProject?

Per partecipare è molto semplice, basta iscriversi gratuitamente su www.24hourproject.org e nel momento della compilazione è necessario geotaggare il luogo in cui si intende partecipare.

Se è la vostra prima volta potete chiedere consigli e tips agli Ambassadors. Cercate quello più vicino a voi geograficamente o che parli la vostra lingua! Magari scoprirete che proprio nella vostra città c’è un gruppo di persone che si sta già organizzando al quale potreste aggiungervi.

In ogni caso le FAQ sono molto semplici ed esaustive. Ricordate che dopo aver scattato e condiviso foto nell’arco delle 24 ore, dovrete fare una selezione per caricarle in alta risoluzione direttamente sul sito. In questo modo saranno fruibili dai curatori in giro per il mondo che allestiranno mostre, faranno workshop, ecc.

Consigli pratici

  1. 24 ore per strada sono tante, tenete conto che la notte passa velocemente ma che alle 8:00 del mattino ne mancano ancora 16!
  2. Le scarpe e un abbigliamento comodo sono fondamentali così quanto caricabatterie, litri di caffè e una buona compagnia.
  3. A tal proposito siete ancora in tempo a raggiungere il nostro gruppo a Napoli (come faranno altri) dove parteciperemo a 24HourProject per il quarto anno consecutivo.
Condividi:
Potrebbe interessarti anche

Scrivi per primo un commento.

Dicci cosa ne pensi

Partner
...