News

Comunicazione visiva: ecco i trend di video e immagini nel 2017

Il 2017, ancora più del 2016, sarà l’anno della comunicazione visiva, con immagini e video a farla da padroni.

Si tratti di immagini statiche, in movimento, a 360°, prodotte con i droni, la comunicazione non sarà più solo verbale. E la condivisione di questi contenuti sui social sarà una vera e propria esplosione: Deloitte aveva previsto che nel 2016 sarebbero state condivise 2 trilioni e mezzo di immagini, di cui il 90% caricate da cellulare… e per il 2017 cellulari sempre più performanti e piani dati sempre più accessibili fanno pensare a scenari ancora più incredibili.

Questi scenari sono stati descritti puntualmente dal sito di foto stock DepositPhoto, che ha individuato 12 trend che dovrebbero presentarsi nel 2017 a dettar legge nella comunicazione visiva, che vi consigliamo di seguire, se intendete proporre i vostri scatti alle banche dati, sempre in cerca di nuovi autori.

Focus sugli Anni 90

I ragazzi degli Anni Novanta nel 2017 sono fuori casa, qualcuno forse con una propria famiglia e sono dunque un target interessante per i brand che hanno assistito alla loro capacità di diventare “influencer” grazie all’uso dei social media. La loro capacità d’acquisto è in aumento e dunque i vari marchi cercheranno di attirarli facendo leva sulla “nostalgia” degli anni Novanta, producendo presumibilmente immagini realistiche, scatti stile Polaroid, con uso del flash e uno stile dai colori decisi. Sul fronte dei filtri, si assaporerà lo stesso trend.

Emozioni e Movimento

@manfredbaumann

@manfredbaumann

Niente scatti in posa: c’è voglia di autenticità (nel 2016 su DepositPhoto la chiave di ricerca “autentico” è stata usata tre volte di più rispetto all’anno precedente), di scatti che conferiscano emozioni e mostrino le persone in movimento, mentre vanno in ufficio, a scuola, al lavoro, a fare la spesa. Occorre catturare il momento vissuto da una persona vera, non da un modello. Largo quindi a immagini anche imperfette, che però riflettano la routine quotidiana di ciascuno di noi. Si tratta di immagini che attirano l’attenzione e coinvolgono gli utenti.

Realtà virtuale e aumentata

La realtà aumentata e la realtà virtuale sono topic sempre più interessanti. Sono il presente, ma anche il futuro, tuttavia sono difficili da rappresentare in immagini, sia statiche che in movimento, pertanto ci sarà un tentativo crescente di simulare quelle che sono “idee” di futuro, di attività, di emozioni, che questi nuovi device cercano di regalare. Designer e creativi avranno il più ampio margine di riuscita in termini di creatività proprio in questo settore. In DepositPhoto la richiesta di immagini che rappresentano l’idea di “internet delle cose” è raddoppiata nel corso del 2016, rispetto all’anno precedente e continuerà in questo trend.

Abbattere gli stereotipi

C’è una grande richiesta di immagini non convenzionali: personalità diverse sul posto di lavoro e in momenti di svago sono ampiamente richieste nelle banche dati fotografiche, soprattutto per essere usate sui media. In modo particolare si cerca di combattere gli stereotipi, e per far questo si punta sulla promozione dell’equità, eliminando stereotipi di genere, professionali, gerarchici. In modo particolare è la donna la protagonista di questi scatti, in cui è rappresentata in un’ampia gamma di attività, di ruoli e di azioni volti ad abbattere convenzioni centenarie, dando vita a una nuova era della comunicazione visiva.

Il video è il re

I contenuti video spopolano sui social media, sui siti aziendali e nella pubblicità. Secondo Syndacast (tra le più importanti agenzie di digital marketing asiatiche), nel 2017 il 74% di tutto il traffico internet sarà costituito da contenuti video: a 360 gradi, in 4K e video aerei sono tra i trend più diffusi quest’anno, anche grazie alla diffusione di device che consentono la produzione di questi contenuti. Anche le GIF sono abbastanza popolari sia come contenuti stand alone, che come teaser che annunciano video in arrivo.

Scatti della volta celeste

nasa

@nasa

I progetti dei visionari del nostro tempo, come Elon Musk, che vogliono portare i turisti sulla Luna e su Marte e fanno sperimentazioni con la Nasa hanno fatto sì che lo spazio ci sembrasse in questi mesi più vicino. La fotografia commerciale nel 2016 ha visto un incremento nella richiesta di scatti che ritraessero nebulose e galassie. In particolare la parola “spazio” è stata particolarmente ricercata nella seconda metà dell’anno appena conclusosi, con un incremento del 56% rispetto al 2015. Non solo. Immagini di stelle sono diventate motivi da stampare su tessuto, sfondi per altre immagini e anche idee originali per colorare i capelli.

Still life creativi

Si tratti del vostro pranzo, delle scarpe appena comprate, di una metafora di equità di genere, gli oggetti sono un grande trend e da inanimati possono prendere vita in scatti che siano particolarmente creativi, assumendo la capacità di raccontare una storia o di trasformarsi in immagini pop-art.

Paesaggi minimal

Il minimalismo in fotografia è un trend crescente negli ultimi anni: lo troviamo nei blog, ma anche negli scatti ufficiali dei brand. Il 2017 sarà l’anno dei paesaggi: dai manorami austeri della Scandinavia agli scenari monocromatici di mezza stagione, dalla natura dei deserti, agli scatti nella nebbia o nella pioggia, che conferiscano l’idea di immobilità e mostrino pattern inusuali. Apprezzato l’editing cromatico, a patto che nell’immagine ci siano pochi elementi e sia rimosso il superfluo.

Fotografia aerea: il drone è un must

Se si intende lavorare come fotografi professionisti, ormai il drone non è più un accessorio secondario. Lo usano i matrimonialisti in modo molto diffuso, ma le possibilità sono illimitate anche per altri tipi di fotografia creativa, da punti di vista insoliti, con prospettive inaspettate: da skyline mozzafiato ad architetture imprevedibili, fino a scatti che impreziosiscono i più accattivanti diari di viaggio, dando un senso insperato di libertà e avventura.

Pattern minimal

@discoverearth

@discoverearth

Più il pattern che riuscite a ritrarre è minile, maggiore sarà la sua versatilità di utilizzo. La domanda per questo tipo di scatti è in crescita, perché si tratta di immagini perfette per essere personalizzate e trasmettere messaggi in modo più artistico. In particolare il pattern può essere ricavato da un dettaglio della natura, da un tessuto, da un design grafico. Anche linee e colori decisi sono un must per questo tipo di fotografie.

Rappresentazione della Generazione Z

La Generazione Z è la prima generazione completamente digitale. Nati dopo i Millennials (tra il 1995 e il 2010), questi ragazzi sono pragmatici, grandi lavoratori e abituati a un mondo multiculturale. Immagini che ritraggano questi teenager in modo fedele sono molto richieste, specie se in grado di mostrarli al lavoro su più device contemporaneamente, dato che sono sempre stati abituati a usarli.

Storie personali

I cosiddetti contenuti DIY (Do It Yourself) sono particolarmente apprezzati. Immagini che rappresentano piccoli imprenditori, i loro lavori originali, loro stessi al lavoro, artisti che coltivano i loro hobby, scatti che mostrano il processo produttivo di oggetti particolari. Si pensi che nel 2016 la chiave di ricerca “patchwork” ha visto un incremento del 98%, mentre la ricerca di foto che ritraessero un “imprenditore” sono aumentate del 124% nel corso dell’anno.

 

E voi in quale trend vi state inserendo? Quali immagini sentite più nelle vostre corde, tra quelle che faranno tendenza nel 2017?

 

===

foto di copertina: @aero_pixel

Potrebbe interessarti anche

Scrivi per primo un commento.

Dicci cosa ne pensi

Partner
Cortona On The Move Iquii acqua village follonica cecina

Pin It on Pinterest

Share This