ESCAPE ROOM CISTERNE ROMANE FERMO

Locali

Escape Room e Igers: storie di successo

Servizio a cura di Vissia Lucarelli (@vissia) – @igers_fermo

 

Da diversi anni i musei invitano bloggers e instagramers e li coinvolgono nella promozione e sperimentazione di nuove visite guidate o esperienze all’interno delle strutture, vedi gli eventi come Empty Museum o gli Instameet: in alcuni casi queste esperienze si trasformano in case histories di successo, come quello della prima Escape room sotterranea in un sito archeologico che si sta svolgendo da novembre 2017 a Fermo, nelle Marche.

Per il lancio del gioco, la società Sistema Museo ha invitato alcuni instagramers delle community Igers Fermo e Igers Marche, @danny_vero, @panguizzo, @andreabraconi74, @elo77anto, @cuchu88 e la blogger Nadia Stacchiotti @nadiastachy, i quali hanno provato in esclusiva e in anteprima la “Fuga dalle cisterne romane”.

Dopo aver postato le loro stories e i loro scatti e dopo aver ricevuto centinaia di commenti, il gioco ha iniziato a ricevere le prime prenotazioni e a registrare ogni mese sold out di richieste, oltre all’attenzione di testate regionali e nazionali.

Una riflessione su chi ci chiede ancora se questo tipo di promozione possa bastare a lanciare un prodotto o, come in questo caso, aiutare un piccolo museo a distinguersi dagli altri per qualità della proposta: difficile paragonare uno spot pubblicitario in prima serata con una story su instagram, ma ormai siamo quasi sicuri che i like di un instagramer o di una blogger molto seguita possono spostare l’interesse di qualche decina di persone che, fino al giorno prima, non conoscevano neanche l’esistenza di quel luogo/museo/sito archeologico. Questo, per un piccolo museo dalla grande caparbietà, può essere un grande successo, proporzionale al numero di visitatori e da non sottovalutare in termini di visibilità verso un pubblico dai 18 ai 30 anni.

Condividi:
Potrebbe interessarti anche

Scrivi per primo un commento.

Dicci cosa ne pensi

Partner
...