Facebook e l'advertising su Instagram

Mobile Photography

Facebook annuncia la pubblicità su Instagram

Facebook e l'advertising su InstagramBoom. Durante l’Ignition 2012, Carolyn Everson – la vicepresidentessa del ‘Global Marketing Solutions’ – ha dichiarato di star preparando una Ignition 2012 ‘Monetization strategy’, il che può voler dire che tra non molto la pubblicità o servizi a pagamento entreranno a gamba tesa nel core dell’applicazione.

Cosa ne pensi di questo eventuale cambiamento e come credi che influenzerà il tuo modo di utilizzare Instagram?

Ecco alcuni pareri degli Instagramers. Dicci la tua nei commenti.

First of all, I think Instagram is very interesting for advertising and it´s normal Facebook want to earn some money and show its share holders they catch incomes opportunities. I think advertising could be via:
1) Sponsored pics on the stream (like in twitter)
2) Sponsored Banners on new Instagram website public profiles.
I not worry about problems it could generate as I think they will integrate ad formats that will not be annoying for users

Philippe Gonzales, Instagramers

Account premium, filtri a pagamento o pubblicità poco cambia per me.
È indubbio che una società debba cercare un modo di monetizzare, ma credo che quando certi meccanismi vengono sottoposti o forzati da una domanda economica, è normale che l’entusiasmo e la fiducia che un utente ha dato venga un po’ a mancare.

Emanuela Damiani, Community Manager di @igersroma e graphic designer

Dipende tutto come la fanno. Se usano il modello Gramfeed con le locandine pubblicitarie mescolate alle foto nella pagina POP non mi pare così invasivo. Non penso andranno a imbrattare i singoli profili con pubblicità. Forse, se sono intelligenti, creeranno una sezione apposita e indurre la gente a visitarla grazie a qualche benefit, come ad esempio uso IG perché posso condividere le mie foto, poi scopro che c’è una sezione di groupage e ci vado a dare un’occhiata…

Gianpiero Riva, Jewelgram Founder

Condividi:
Potrebbe interessarti anche

Commenti

  Commenti: 6


  1. Spero proprio che non lo facciano!! È proprio una cosa che mi infastidisce!!! E spero proprio che non facciano diventare Instagram una schifezza come lo è diventato Facebook…!


    • Eheheh vedo che siamo tutti sulla stessa lunghezza d’onda. Purtroppo è un passo che prima o poi arriverà, essendo Instagram gratuita. Ad esempio Hipstamatic è a pagamento ed ha anche molte features acquistabili in app. per Instagram la situazione è diversa ma se sono intelligenti non stravolgeranno l’impianto attuale. E cercheranno di essere meno invasivi possibile. E data la natura del social in questione io continuo a suggerire ai brand di essere astuti e creativi. Originali insomma. In questo modo i followers arrivano sempre 😉


  2. “è normale che l’entusiasmo e la fiducia che un utente ha dato venga un po’ a mancare”

    Concordo con questa frase ma anche con Phil e Giariv che sono fiduciosi su un sistema di ads non troppo invasivo.

    Una cosa a cui ho subito pensato (e che gradisco particolarmente nelle app che la implementano) è l’implementazione di un browser web all’interno della stessa app. In tal caso anche gli ads sarebbero più facilmente navigabili senza spostarsi da una app all’altra, cosa fastidiosissima nel caso di click involontario.


  3. E’ normale che vogliano monetizzare, le soluzioni prospettate da Philippe non sarebbero particolarmente invasive. Credo che un altro modo elegante di monetizzare siano i profili pro, magari mettendo un limite umano per i profili free. Contestualmente, visti i maggiori introiti, spero che eliminino o riducano gli spammers e i venditori di like e follower, che stanno diventando una vera piaga

Dicci cosa ne pensi

Partner
...