News

Iger della settimana // Sciuragram

Milano ha due grandi icone per cui è conosciuta: “l’imbruttito” e la “sciura”, donna elegante, non solo nel vestirsi, ma anche nell’atteggiamento e nel portamento. Un’ “icona” a cui i grandi marchi di moda fanno riferimento e che è stato rappresentato alla perfezione da Miuccia Prada e dall’attrice Franca Valeri. Un ragazzo universitario appassionato di moda, di Milano e di foto ha deciso di celebrarla e di esaltarne il simbolo, attraverso @sciuragram: un account Instagram tutto dedicato alle “sciure” milanesi.

Nato per gioco, è diventato un vero e proprio caso: gli stilisti come Gabbana e Dell’Acqua ne sono entusiasti e anche “lei”, la fashion blogger più famosa del mondo, Chiara Ferragni, ha iniziato a seguire questo bellissimo progetto.

Si contano ormai a decine gli articoli che descrivono il “fenomeno” non solo “milanesi” come ad esempio Il Milanese Imbruttito e Milano Today, ma anche di settore come Fashion World Mag, una testata nazionale come La Repubblica e persino Sicilia News.

Tanti articoli, ma finora a quanto pare poche interviste. Ecco la mia.
D. Ciao! La prima domanda è sempre un classico: chi c’è dietro a @sciuragram? Cosa fa l’admin dell’account nella vita?

Dietro @Sciuragram c’è un ragazzo di quasi 24 anni, innamorato di Milano; sono uno studente universitario che non ama ciò per cui ha studiato e ho trovato nell’arte, nella moda, ma soprattutto nelle figure iconiche delle donne milanesi la sua ispirazione. Credo però che l’identità di chi ci sia dietro possa esser messa in secondo piano rispetto a quello che vuole mostrare il profilo, per questo non ho mai rivelato chi sono a parte i pochi dettagli che ti ho detto.sciuragram

D. Il progetto @sciuragaram come nasce… ma soprattutto perché?
Non so se lo si può chiamare “progetto”: è nato tutto dallo scambio di foto con un amico di signore in pelliccia sognando di avere la loro vita sicuramente meno problematica di quella di uno studente universitario. Il perché da questo sia nato un profilo Instagram è principalmente il mio amore per le fotografie, oltre ovviamente alla bellezza ed eleganza di queste signore.
D. Lavori da solo o hai allestito una squadra di “sciura hunters”?
Lavoro principalmente da solo anche se mi arrivano centinaia di foto di sciure nell’inbox di Instagram, ma non sono solito pubblicarle, a meno che non mi colpisca molto soprattutto come qualità della foto- sono foto rubate quindi molte in scarsa qualità, molto zoommate, mosse o di spalle.
sciuragram2D. A livello tecnico invece come fai uno scatto? Reflex o smartphone? Pubblichi la foto così come è venuta o la ritocchi con qualche app?
A livello tecnico uso il mio iPhone e le foto sono pubblicate così come vengono scattate, l’unica app di editing che uso è Genius Scan che “raddrizza” le foto e che uso principalmente per lo sfondo.
D. Le sciure sono tutte vittime inconsapevoli? Sulla questione dei diritti e del rispetto della privacy come fai… come hai risolto il problema?
La maggior parte sono vittime inconsapevoli, ma le foto non vogliono essere un agguato, ma un’esaltazione della loro bellezza, un omaggio…
D. C’è stato qualche caso in cui la persona fotografata ti ha… colto in flagrante mentre scattavi la foto?sciuragram1
No nessuna mi ha colto in flagrante, anche se un paio di sguardi arcigni me li sono beccati- e li ho immortalati.
D. E qualcuna invece si è mai riconosciuta a posteriori sul tuo profilo… o più verosimilmente qualcuno ha mai riconosciuto una parente nelle tue foto?
Alcune nipoti, alcune cognate e figlie hanno riconosciuto le loro splendide nonne, suocere e mamme e tranne in un caso sporadico sono state felici di vederle immortalate nella loro eleganza, capendo quindi qual era l’intenzione finale del profilo: celebrare la bellezza e l’iconicità di queste donne.
D. I commenti e le reazioni dall’esterno come sono? Hai mai avuto suggerimenti, critiche, spunti…?
Ho ricevuto numerose critiche positive fino ad ora; grandi nomi della moda, Gabbana e Dell’Acqua in primis, alcune influencer e soprattutto testate giornalistiche, moltissimi giornali online, pagine Facebook con un certo seguito hanno apprezzato e scritto articoli a riguardo.
D. C’è una foto cui sei particolarmente affezionato?
Non ho foto a cui sono più legato, forse l’unica è quella delle tre signore che aspettano l’autobus con il fotomontaggio della campagna di Gucci che è piaciuta anche al loro direttore creativo!sciuragram4

Potrebbe interessarti anche

Scrivi per primo un commento.

Dicci cosa ne pensi

Partner
Cortona On The Move Iquii acqua village follonica cecina

Pin It on Pinterest

Share This