News

Igers_Sardegna fa tappa a Meana Sardo per AutunnoinBarbagia16

Dal 2 settembre al 18 dicembre 28 paesi nel cuore della Sardegna ospitano le tappe della famosa e amata manifestazione @AutunnoinBarbagia arrivata alla sua 16^ edizione.

La chiamata agli smartphone lanciata dalla CCIAA di Nuoro in collaborazione con gli Igers_Sardegna vede, ad oggi, la pubblicazione di oltre 1300 scatti che raccontano l’#autunnoinbarbagia16 nei paesi di Bitti, Oliena, Dorgali e Sarule, Austis e Orani, Lula e Tonara.

Domenica 9 ottobre gli Instagramers sardi si ritroveranno nel delizioso borgo di Meana Sardo (NU) per la 6^ tappa che quel fine settimana vede coinvolto anche il paese di Gavoi e Onanì. 

Nel corso della giornata l’armonioso tintinnio delle incudini dei fabbri ferrai riporterà i partecipanti indietro nel tempo: potranno ammirare e sentire le bellezze e la musicalità della lavorazione del ferro battuto ma anche la ritmica cadenza dei telai azionati dalle abili mani delle donne del posto. Guarderanno gli scalpellini del legno e della pietra dare vita a vere e proprie opere d’arte appartenenti all’artigianato dell’Isola.
 Assisteranno all’affascinante preparazione di “su pani pintau” con successivo trasporto del pane al forno per la cottura e sentiranno il profumo di antiche pietanze e dolci tipici, che potranno essere degustati.

Anche la storia di questo paesino è un racconto ricco di suggestioni: dalle dee madri mediterranee alla leggenda di Maria Incantada, fata del nuraghe. In uno scenario incantato e caratterizzato da boschi, colline e sorgenti naturali si snodano i sentieri che conducono alla scoperta delle bellezze panoramiche e naturalistiche del territorio.

I vigneti che ricoprono le colline circondano il paese donando colori e profumi inebrianti. Dal monte Bruncu Sant’Elia si può ammirare il Gennargentu e le profonde valli scavate dai corsi d’acqua. Il principale è il Rio Arraxisi. Passeggiando lungo il corso dei suoi numerosi affluenti ci si potrà imbattere in una delle fonti d’acqua freschissima, come la sorgente Funtana Casida.

Gli affascinanti paesaggi montuosi hanno dato origine alle leggende locali: secondo i racconti popolari i grandi massi calcarei in località Ortuabis (ortu de abis ‘orto delle api’) sarebbero degli alveari pietrificati a causa di una terribile maledizione lanciata sul proprietario come conseguenza della sua avarizia.

IL CHALLENGE: unitevi al racconto delle 28 tappe utilizzando #autunnoinbarbagia16 e, separatamente, il nome del comune. Sarà apprezzata l’aggiunta di una breve didascalia descrittiva. SOLO per immagini relative al territorio si potrà aggiungere l’hashtag anche a quelle già presenti nella propria gallery.

Al termine della manifestazione la CCIAA di Nuoro allestirà una mostra con le vostre foto più belle e durante questi mesi rilancerà gli scatti più rappresentativi sui propri account social con menzione all’autore.

Vi aspettiamo per raccontare insieme la magia dell’autunno nel cuore della Sardegna.

 

Condividi:
Potrebbe interessarti anche

Scrivi per primo un commento.

Dicci cosa ne pensi

Partner
...