Locali

#IgersWorldInstameet a Consonno, alla scoperta della città fantasma della Brianza

Servizio a cura di @elisabettacroce di @igers_brianza

 

In occasione dell’#IgersWorldInstameet anche @Igers_Brianza ha deciso di organizzare uno degli Instameet più attesi: per il 7 ottobre l’appuntamento è a Consonno!

La città fantasma, luogo amato da writer e fotografi, location di numerosi video di moda e musicali, diventerà il posto speciale in cui ritrovarsi dopo tanti mesi.

Per l’occasione saremo ospiti dell’Associazione Amici di Consonno che proprio in questa data ha organizzato una gustosa burollata (castagnata). Insieme a Giovanni Zardoni, profondo conoscitore della storia del borgo, scopriremo la storia di questo luogo, da quando era un semplice paesino su una collina fino alla chiusura definitiva e al decadimento. L’appuntamento è alle 9:30 del mattino davanti alla chiesetta [45.7833409,9.3913957]. L’Instameet terminerà con la spiegazione e il tour guidato. Non mancherà una foto di gruppo con hashtag #IgersWorldInstameet_Brianza. Vi aspettiamo!

Per iscrizioni e maggiori dettagli https://igersworldinstameet_brianza_consonno.eventbrite.it

La storia di Consonno, brevemente

Una storia originale quella dell’antico borgo di Consonno, nel comune di Olginate (Provincia di Lecco). Qui il “Grande Ufficiale Mario Bagno – Conte di Valle dell’Olmo”, imprenditore del settore immobiliare, decise di acquistare tutto l’intero paesino di Consonno e demolirlo per realizzare una originale città dei divertimenti, una sorta di “Las Vegas” della Brianza. Le strutture costruite si ispiravano ai vari luoghi del mondo e della storia. “A Consonno il cielo è più azzurro“, “A Consonno è sempre festa“, “Consonno è il paese più piccolo ma più bello del mondo“, recitavano gli striscioni di benvenuto per chi, varcata la porta d’entrata e saliva al minareto. Migliaia di persone si recarono lì alla fine degli anni Sessanta e gli inizi degli anni Settanta. Si festeggiavano matrimoni, si andava a ballare. Nell’ottobre del 1976 però, una frana dalla collina si abbatté sulla strada di accesso alla città, trasformando quello che doveva essere un luogo di felicità in una “città fantasma”. Fonte: www.consonno.it

Alcuni dettagli per affrontare al meglio l’Instameet

  • L’accesso a Consonno è aperto solo la domenica e il 7 ottobre sarà l’ultima domenica in cui si potrà rimanere anche nel pomeriggio fino alle 19.
  • Per tutto il giorno l’Associazione sarà presente con castagne, saranno aperti il bar e i servizi igienici.
  • Chi vorrà rimanere oltre la chiusura dell’Instameet potrà farlo ponendo attenzione all’orario di chiusura della sbarra.
  • Noi decliniamo ogni responsabilità riguardo la presenza prolungata o l’accesso in luoghi interdetti al pubblico.
  • Ricordiamo che i soci IgersItalia sono coperti da assicurazione ma solo durante l’Instameet
Condividi:
Potrebbe interessarti anche

Scrivi per primo un commento.

Dicci cosa ne pensi

Partner
...