Mobile Photography

Instagram per il business: email e chiamate dai follower

Instagram punta al Business, lo sappiamo, e annuncia sul suo blog la possibilità per le aziende di:

  • promuovere i propri contenuti (attraverso campagne adv)
  • creare profili business (entrando in contatto con gli utenti attraverso email e chiamate)
  • misurare le proprie campagne (attraverso l’introduzione degli insight)

La sperimentazione avrà inizio nei prossimi mesi in USA, Australia e Nuova Zelanda, ma entro l’anno le novità saranno accessibili in tutti i Paesi del mondo.

Ma vediamo nel dettaglio come si sta muovendo Instagram per soddisfare le esigenze delle aziende che han scelto di avvalersi di questa piattaforma.

PROMOZIONI

Promuovere i propri contenuti significa entrare in contatto con molti più utenti. Abbiamo già visto come fare e fatto test sul campo. Tuttavia si annuncia una semplificazione: la sponsorizzazione potrà essere fatta direttamente da app, semplicemente scegliendo un post già pubblicato e aggiungendo un pulsante che inviti a un’azione. Per la programmazione di post inediti, visto che non se ne fa menzione in questo annuncio, viene da pensare che continui a far fede il “vecchio” sistema, attraverso la piattaforma Facebook Business Manager, come descritto nei nostri articoli citati sopra.

PROFILI BUSINESS

Le aziende che vorranno avere un account business su Instagam dovranno avere una Pagina su Facebook e potranno farsi contattare dagli utenti che attraverso il tasto Contatto potranno scegliere se farsi chiamare, farsi mandare un messaggio di testo o farsi mandare una mail.

È la più grande novità di questo annuncio, peraltro in linea con quanto già avviene su Facebook, giustificata dalla esigenza degli utenti di contattare direttamente le aziende via mail, e non con messaggi che potrebbero perdersi nello stream. Esigenza emersa da una serie di interviste condotte dall’head quarter di Instagram, che ha pensato anche di spingere all’uso del tasto Location affinché gli utenti possano individuare la sede o i punti vendita dell’azienda di interesse.

INSIGHT

I dati sulle campagne saranno a portata di investitore, precisi e dettagliati, nella sezione Insight, proprio come su Facebook.

Al momento questa è una funzione di cui possono avvalersi gli account verificati e quelli che hanno largo seguito: a breve anche per tutti gli utenti business.

 

Non ci resta quindi che monitorare gli Stati Uniti, l’Australia e la Nuova Zelanda per verificare l’andamento di queste novità.

Condividi:
Potrebbe interessarti anche

Scrivi per primo un commento.

Dicci cosa ne pensi

Partner
...