Gli instagramers catanesi raccontano Catania negata, dimenticata e reinventata. Una mappatura degli spazi non utilizzabili o utilizzati in maniera diversa da come erano stati concepiti. Il tutto filtrato attraverso lo sguardo degli instagramers. 100 foto selezionate tra le oltre 300 pubblicate con il tag #spaziozeroct andranno in mostra, per tre giorni, al Cortile Platamone di Catania.

#SPAZIOZEROCT è il concetto che vuole denominare un certo tipo di spazi urbani esistenti all’interno del centro storico o nella periferia di Catania. Sono spazi negati in quanto sottratti alla fruizione dei cittadini, sono negati perché non sono mai stati completati e consegnati alla cittaé per essere utilizzati. Sono spazi dimenticati dagli enti pubblici o dai privati perché non vengono curati o manutenuti, ma sono anche dimenticati perchè non vengono inclusi in nessuna progettualità. Ma alcuni di questi spazi, per vari motivi senza una destinazione o caratterizzazione univoca, si rendono invece disponibili per essere trasformati senza realizzazione di interventi permanenti, reinventati attraverso interessanti pratiche di “fai da te” creativo e spontaneo – in maniera temporanea ed estemporanea.

 

Foto di @jeffa46

L’inaugurazione è prevista per le 18.30 di giovedì 28 giugno, dove verrà premiata la foto “più bella” secondo la giuria. A completare il racconto di una città e dei suoi spazi, DIVERSO, partner del progetto, proporrà i profumi e i sapori dello streetfood – il cibo da strada – in una inedita combinazione di spezie ed ingredienti della cucina tradizionale Catanese e del mondo. Il 30 in chiusura sarà il momento di una riflessione su “questa” Catania, in cui saranno coinvolti anche dei fotografi professionisti.

Il progetto #spaziozeroct è stato ideato da ZEROArchitetti, Diverso e Instagramers Catania.

Foto di @igerscatania

 

 

 

 

Foto di @pinodalia

Condividi:
Potrebbe interessarti anche

Commenti

  Commenti: 1


  1. E’ possibile conoscere quali sono i migliori scatti della mostra??

    grazie
    Franks73

Dicci cosa ne pensi

Partner
...