Marketing

Video su Instagram: il marketing

La scorsa settimana abbiamo visto quanto Instagram si presti alla possibilità di proporre vere e proprie serie a puntate con tanto di trama strutturata, suspence e un filo conduttore che possa mantenere vivo l’interesse degli insta-spettatori. Con Fertylize abbiamo inoltre iniziato a capire che anche i brand potrebbero trarre vantaggio dall’uso di questo strumento e di questo social network, inventando format interessanti, suddivisi in pillole da 15 secondi. Naturalmente, qualcuno ci ha già pensato e sta riscuotendo ampi consensi. Vediamo alcuni dei casi di successo più interessanti e gli strumenti utilizzati da alcuni brand.

Le insta-serie della MINI

Mini su Instagram sta facendo un lavoro bellissimo. Oltre a presentare le varianti dell’auto in foto sempre suggestive, cura i video fino all’ultimo dettaglio. In particolare, la serie #asktheNEWMINI è un capolavoro di creatività ed engagement. Attraverso un’attività di coinvolgimento della fan base, infatti, Mini chiedeva ai propri follower “cosa avrebbero chiesto alla nuova Mini”. Qualcuno di disegnare un cuore (e via di sgommate), qualcun altro di suonare Beethoven (e i creativi hanno messo un vinile con tanto di puntina su un cerchione) e altri ancora persino una tazza di tè e un selfie. E Mini rispondendo a ciascun follower citandolo, ha accontentato tutti, coinvolgendo l’intera community. Date un’occhiata a questi autentici capolavori.

NIKE e il multiframe da più video in successione

@Nike. Cricket. http://bit.ly/Nike-Cricket

@Nike. Cricket. http://bit.ly/Nike-Cricket

Un vero e proprio esercizio di stile, con regia, montaggio e sound design impeccabili: un numero enorme di filmati che riprendono una partita di cricket in cui tutti i protagonisti ripetono gli stessi movimenti, fino alla vittoria finale.

Qui a farla da padrone è l’innovazione che solo su uno strumento come Instagram poteva ottenere questo magnifico risultato (cliccate sull’immagine per vederlo con i vostri occhi).

GoPro e le partnership eccellenti

@GoPro. Partnership. http://bit.ly/GoProKalb

@GoPro. Partnership. http://bit.ly/GoProKalb

Se volete mostrare qualcosa di eccezionale, rendetelo unico. E’ quello che a mio parere ha pensato GoPro prima di realizzare questo video. Tra le tante dimostrazioni di eccellenza che poteva proporre, dalle corse impossibili sulle bici ai voli col paracadute della sua fan base di “utenti comuni”, GoPro ha scelto di mostrare invece la performance di un grande cestista-performer americano, David Kalb, famoso per i suoi canestri impossibili, di cui fa sfoggio su YouTube. Per vedere cos’ha fatto per GoPro su Instagram, cliccate sull’immagine qui accanto.

Idee originali e collage, come quelli di The Corcoran Group

Agenzia immobiliare di New York City, estremamente attiva e con un brand molto riconoscibile sia su Facebook che su Pinterest, The Corcoran Group si distingue su Instagram per la sua capacità di comunicare in un modo molto personale. Le immagini contengono dalle 2 alle 4 foto dell’immobile in vendita con una rapida descrizione scritta in bianco sull’immagine stessa con un lettering molto accattivante, mentre i video sono sempre due, nello stesso riquadro, effetto che si ottiene con estrema semplicità attraverso app come VideoCollage. L’originalità della loro comunicazione, tuttavia, oltre che nell’uso del collage risiede anche nel tipo di contenuti utilizzati: questa agenzia di real estate non parla solo di immobili, ma mostra anche i proprietari e, soprattutto, riprende New York e fa vedere le attrazioni, incluso il cibo, del quartiere in cui risiede l’abitazione in vendita. Così facendo oltre a dare informazioni che vanno oltre lo stato dell’appartamento, raddoppia anche il tempo a disposizione, facendo girare due video contemporaneamente. Davvero un bel colpo!

@whitehouse http://bit.ly/Casa-Bianca

@whitehouse
http://bit.ly/Casa-Bianca

Abbiamo già visto poi come, appena uscito questo strumento, molti brand abbiano iniziato a sperimentare con Hyperlapse

Oltre agli arcinoti Oreo, Burberry e Starbucks, che sono a tutti gli effetti “case history” a sé per molta parte delle sperimentazione effettuata su Instagram fin dalla prima ora, ci sono anche alcuni altri esempi a mio parere degni di nota, che possono essere di ispirazione a marchi meno noti, ad aziende anche di piccole dimensioni e a enti di promozione turistica che abbiano voglia di cimentarsi con questo strumento. La Casa Bianca ha usato hyperlapse per invitare i propri fan a “fare un giro” nelle stanze del potere. Visit Copenhagen ha mostrato in pochi secondi quanto la città sia amica di pedoni e ciclisti, l’hotel Trump Miami ha presentato la sua spiaggia e la piscina, Shopmazama ha dimostrato come si realizza una tazza in terracotta e Milkbone ha scelto di raccontare la storia di un cliente che usa i suoi prodotti. Esperimenti che possono essere replicati senza investimenti particolari, se non in fantasia.

E infine, cercate di strappare un sorriso, come Marks&Spencer o Victoria’s Secret

marksandspencer

@MarksandSpencer. Mom’s Day. http://bit.ly/MandSMomDay

Far ridere gli altri è un talento e farlo in 15 secondi, c’è da crederlo, dev’essere davvero complicato.

Ci hanno provato però in Marks&Spencer per la campagna sulla festa della mamma, cercando di offrire ispirazione a chi ancora fosse in cerca del regalo perfetto per la propria madre. Se avete bisogno di qualche consiglio, prendete spunto da quello che ha comprato questo ragazzino, cliccando sull’immagine.

@victoriassecret http://bit.ly/Victoria_s_Secret

@victoriassecret
http://bit.ly/Victoria_s_Secret

Un sorriso simpatico strappa anche il video di Victoria’s Secret, che giocando con gli indumenti intimi chiede alle proprie fan di indovinare quanti abbinamenti creativi vengono proposti nel video. Voi quanti riuscite a contarne? Guardate attentamente.

Condividi:
Potrebbe interessarti anche

Commenti

  Commenti: 1

Dicci cosa ne pensi

Partner
...